Preventivo Mutuo Prima Casa

Preventivo Mutuo Prima Casa
Il preventivo per il mutuo prima casa è un atto informale, per accedere alle informazioni riguardanti il finanziamento dell’acquisto dell’immobile, in termini di condizioni economiche, di garanzie da esibire e di eventuali sanzioni.

L’acquisto della prima casa è spesso legata all’accensione di un mutuo, a copertura parziale (fino all’80% del valore dell’immobile) del prezzo di acquisto.

Il mutuo prima casa è senz’altro un contratto a titolo oneroso, in quanto si prevede la restituzione di una somma comprensiva, oltre al capitale erogato, anche degli interessi maturati.

Rispetto a un finanziamento ordinario, poi, il mutuo prima casa prevede tipologie di costi anche abbastanza onerosi, come le spese notarili o quelle per la perizia tecnica sull’immobile, così come più costosa può risultare la stessa fase istruttoria, data la delicatezza dell’ambito da finanziare.

Diventa, così, essenziale la richiesta di un preventivo, per evitare di contrarre il primo mutuo che si visiona, il che è sempre sconsigliatissimo.
Richiedere un preventivo per un mutuo prima casa è un’operazione informale, che non implica l’obbligo, in capo al cliente, di dovere successivamente contrarre il mutuo stesso; è anche un atto vantaggioso, perché consente al richiedente di ottenere informazioni dettagliate, sulla base dei dati forniti allo sportello di una banca o presso un’agenzia finanziaria, o ancora immessi online, data l’offerta crescente su internet.

Inoltre, con il preventivo, nel caso specifico, si possono ottenere le informazioni riguardanti alle agevolazioni di cui si ha diritto, quando si acquista la prima casa, sempre che si rispettino i requisiti previsti dalle leggi nazionali o degli enti locali, che contribuiscono con risorse proprie a rendere tale mutuo più agevole, abbassando l’onere e/o le garanzie da presentare al creditore.

Sul preventivo del mutuo per la prima casa, dunque, si leggeranno i tassi TAN e TAEG applicati, quindi, nel dettaglio, il tasso applicato al capitale erogato, le spese notarili, le spese di apertura pratica, di perizia tecnica sull’immobile, di assicurazione, di incasso e invio rata a domicilio, etc.
Infine, dovrebbero anche essere indicate le garanzie da esibire, per accedere al mutuo e le eventuali sanzioni, per i casi di ritardato pagamento.