Preventivo Mutuo

Preventivo Mutuo
Il preventivo per un mutuo è un atto informale, con cui si desidera conoscere le informazioni, riguardanti il contratto di mutuo, quindi, le condizioni economiche offerte, le garanzie richieste ed eventuali sanzioni, per ritardi nei pagamenti delle rate.

Il mutuo è un contratto molto diffuso tra le famiglie, soprattutto, per l’acquisto di una casa, essendo lo strumento più idoneo a soddisfare tale esigenza. Infatti, esso eroga finanziamenti di importi anche notevoli, a partire da cifre ben più alte di un consueto finanziamento alternativo.

In genere, la richiesta minima per un mutuo è di circa 40 mila euro e si tratta di un contratto particolare di credito, in quanto anche i costi sono generalmente più alti di un prestito.

Ciò è dovuto al fatto che, come abbiamo detto, il mutuo si ricollega molto spesso all’acquisto di una casa, per cui vi sono da affrontare spese, come quelle per la perizia tecnica sull’immobile, notarili, oltre gli altri costi noti, per accedere a un finanziamento.

Per questo, più che mai, la richiesta di un preventivo per il mutuo è essenziale, per evitare di contrarre un contratto a dir poco non conveniente, in considerazione anche della più lunga durata del rimborso, prevista dai mutui.

Il preventivo è una richiesta non formale di informazioni su un mutuo, che va avanzata alla banca o finanziaria erogatrice, anche online, dato che oggi è possibile, anche restando a casa, con pochi clic.

La richiesta di preventivo non crea in alcun modo alcun obbligo successivo a contrarre, ma è semplicemente un atto con cui si desiderano delucidazioni su un mutuo, dopo avere fornito le informazioni essenziali (anagrafiche, reddituali, patrimoniali), che possono incidere sulla determinazione della rata.

Sul preventivo si leggeranno i dati essenziali di un mutuo, quindi, il tasso applicato, se fisso o variabile e la sua misura; le altre spese a cui si andrebbe incontro (notarili, di perizia tecnica, di apertura pratica, di istruttoria, assicurative, di invio e incasso rata, etc.), nonché le garanzie richieste, sia di tipo reddituali che patrimoniali. Infine, dovrebbero anche essere indicati gli eventuali oneri per il caso di ritardato pagamento (sanzioni, interessi di mora, etc.).